Secondi

Pollo al curry

Come scriverebbero tutte le buone massaie del web (un saluto a tutte le casalinghe di Voghera), questo è Pollo al Curry a modo mio.
Te lo dico subito: sporcherai mezza cucina, dovrai stare attento a non bruciare niente ed avrai ben DUE fiamme accese (un saluto anche a Lucio Battisti, che è già pronto con le mani tese).
Dovrai cucinare una salsa (facilissima) e rosolare il pollo (facilissimo). È solo tutto cristosamente e madonnamente laborioso. Aggiungici che io non conoscevo le vere dosi né un procedimento preciso e quindi ho dovuto abbozzare più volte. Ma ce l’ho fatta, era buono ed ora ti passo il segreto.

rocky-header2.jpg

Per cucinare il pollo al curry avrai bisogno di:
– una padella molto capiente per cuocere il pollo;
– una ciotola dove mettere pollo e farina;
– un pentolino per preparare la salsa.

Io ho usato, come contorno, del riso in bianco (basmati). Per la cottura del riso ti rimando alla ricetta del riso al curry con pollo e ananas, che di rispiegare tutto non ho voglia.

Ingredienti per due persone che poi si alzano da tavola con i jeans slacciati:
– curry (da 6 cucchiaini a tutta la boccetta, ossia 30 grammi);
– un petto di pollo intero, che nel nostro caso erano 750 grammi circa;
– mezzo litro di latte intero (intero perché ci serve ciccioso, dobbiamo creare una crema);
– olio, burro e sale;
– un cucchiaio e mezzo di maizena (altrimenti detta Amido di mais, ma se vuoi puoi usare anche la farina 00).

Cominciamo.
Go, go, go!

Taglia il petto di pollo a dadini di medie dimensioni:

DSC02229.JPG

Butta il pollo in un’ insalatiera di plastica e aggiungici circa un cucchiaio e mezzo di maizena. Amalgama tutto con un cucchiaio. Ecco il tipo di infarinatura che serve:

DSC02241.JPG

Come vedi non è iper bianco. La quantità di farina che ti ho detto dovrebbe essere adeguata.
In una padella piuttosto grande metti un cucchiaio di olio e una noce di burro (circa 25 grammi). Scaldali e poi mettici il pollo, cuoci il tutto a fiamma media, alzando la fiamma di tanto in tanto per scottarlo un po’. Il pollo è pronto quando l’esterno sarà un po’ colorato, con le classiche venature marroni. Dovrai girarlo abbastanza spesso, perché deve cuocersi in modo uniforme. Ci impiegherà parecchio (una ventina di minuti) e nel frattempo iniziamo a preparare la salsa.

In un padellino metti il mezzo litro di latte intero, una noce di burro (sempre 25 grammi) e il curry. Io ho messo praticamente tutta la boccetta e per me era la dose giusta. Se non lo ami particolarmente (ma allora non so perché tu abbia scelto questa ricetta), il minimo consentito dalla legge è 6 cucchiaini colmi. Accendi la fiamma bassa e fai amalgamare gli elementi, aiutandoti con un cucchiaio di legno.

DSC02234.JPG
Perché io abbia usato una frusta, proprio non so.

Falla cuocere un po’, a fiamma molto molto bassa, ma spegnila se ti accorgi che intanto il pollo non ha intenzione di cuocere in tempi umani; altrimenti evapora troppo. Credo tu debba mettere del sale nella salsa, quando avrà finito di scaldarsi, ma il curry è già fin troppo saporito, quindi assaggiala prima e decidi tu.

Quando finalmente il pollo è pronto (ricorda le striature marroni), aggiungi un po’ di sale. Ora coprilo con tutta la salsa che hai preparato, alza la fiamma ad un livello medio-alto perché il tuo compito è solo quello di far asciugare il tutto. Tieni conto che, una volta spenta la fiamma, la salsa si addenserà ancora un po’, quindi non esagerare con i minuti di evaporazione. Gira tutto con il cucchiaio per non fare attaccare il tutto sul fondo o, se ti senti in vena di acrobazie,  puoi fare girare la padella a mano, facendo ruotare il contenuto in modo più uniforme possibile:

DSC02245.JPG
Dai, che ti si rovescia tutto.

Ci vorranno cinque minuti, circa, per addensare. Vedrai il livello della salsa diminuire e la cosa si noterà anche con i grumi di salsa sui bordi della padella. Il risultato che dovrai ottenere deve essere più o meno questo:

DSC02249.JPG

Come vedi non è super compatto, né deve esserlo. Se spegni la fiamma per due minuti, si addenserà ulteriormente. Un paio di minuti dopo lo verserai nei piatti e, se sono riuscita a spiegarmi in qualche modo, dovresti avere ottenuto questo risultato:

tumblr_p0gcksaive1r0awsqo1_1280

Al solito, è più complesso da spiegare che da cucinare. Avrete circa sei quintali di piatti e cucchiai e forchette da lavare e probabilmente curry nei capelli, ma la difficoltà della preparazione è piuttosto bassa, no worry.

Ottimo ed un sacco sostanzioso (non mi ci è stato manco il biscotto del dopocena).

Buon appetito a me!

DSC02263.JPG

Annunci

1 thought on “Pollo al curry”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...