Secondi

Pollo al curry

Come direbbero tutte le buone massaie del web (un saluto a tutte le casalinghe di Voghera), questo è Pollo al Curry a modo mio.
Te lo dico subito: sporcherai mezza cucina, dovrai stare attento a non bruciare niente ed avrai ben DUE fiamme accese (un saluto anche a Lucio Battisti, che è già pronto con le mani tese).
Dovrai cucinare una salsa (facilissima) e rosolare il pollo (facilissimo). È solo tutto cristosamente e madonnamente laborioso. Aggiungici che io non conoscevo le vere dosi né un procedimento preciso e quindi ho dovuto abbozzare più volte. Ma ce l’ho fatta, era buono ed ora ti passo il segreto.

rocky-header2.jpg

Per cucinare il pollo al curry avrai bisogno di:
– una padella molto capiente per cuocere il pollo;
– una ciotola dove mettere pollo e farina;
– un pentolino + una frusta per preparare la salsa.

Io ho usato, come contorno, del riso in bianco (basmati). Per la cottura del riso consiglierei il sito La mia cucina in India, poi magari un giorno ne parleremo in modo più ampio, con un post dedicato. Per la scelta del riso basmati, invece, sfanculerei bellamente il riso Scotti, ché secondo me è tutta colpa sua se è venuto troppo colloso.

Ingredienti per due persone che poi si alzano da tavola con i jeans slacciati:
– curry (6 o più cucchiaini);
– un petto di pollo intero, che nel nostro caso erano 750 grammi circa;
– mezzo litro di latte intero (intero perché ci serve ciccioso, dobbiamo creare una crema);
– olio, burro e sale;
– un cucchiaio e mezzo di farina 00 (se hai la maizena, ancora meglio).

Taglia il petto di pollo a dadini di medie dimensioni:

DSC02229.JPG

Butta il pollo in un’ insalatiera di plastica e aggiungici circa un cucchiaio e mezzo di farina. Amalgama tutto con un cucchiaio. Ecco il tipo di infarinatura che serve:

DSC02241.JPG

Come vedi non è iper bianco. La quantità di farina che ti ho detto dovrebbe essere adeguata.
In una padella piuttosto grande metti un cucchiaio di olio e una noce di burro (circa 25 grammi). Scaldali e poi mettici il pollo, cuoci il tutto a fiamma medio bassa o addirittura bassa. Il pollo è pronto quando l’esterno sarà un po’ colorato, con le classiche venature marroni. Dovrai girarlo abbastanza spesso, perché deve cuocersi in modo uniforme. Ci impiegherà parecchio (una ventina di minuti) e nel frattempo iniziamo a preparare la salsa.

In un padellino metti il mezzo litro di latte intero, una noce di burro (sempre 25 grammi) e il curry. Io ho messo 6 cucchiaini pieni di curry e per me era la dose giusta. Se lo ami particolarmente, puoi alzare la dose a 8; di meno lo escludo. Accendi la fiamma bassa e fai amalgamare gli elementi, aiutandoti con una frusta.

DSC02234.JPG

Falla cuocere un po’, a fiamma molto molto bassa, ma spegnila se ti accorgi che intanto il pollo non ha intenzione di cuocere in tempi umani; altrimenti evapora troppo. Puoi decidere di mettere del sale nella salsa, quando sarà calda, ma il curry è già fin troppo saporito, quindi assaggiala prima e decidi tu.

Quando finalmente il pollo è pronto (ricorda le striature marroni), aggiungi un po’ di sale. Ora coprilo con tutta la salsa che hai preparato, alza la fiamma ad un livello medio-alto perché il tuo compito è solo quello di far asciugare il tutto. Tieni conto che, una volta spenta la fiamma, la salsa si addenserà ancora un po’, quindi non esagerare con i minuti di evaporazione. Puoi girare con un cucchiaio per non fare attaccare il tutto sul fondo, ma ti consiglio più che altro di fare girare la padella a mano, facendo ruotare il contenuto in modo più uniforme possibile:

DSC02245.JPG

Ci vorranno cinque minuti, circa, per addensare. Vedrai il livello della salsa diminuire e la cosa si noterà anche con i grumi di salsa sui bordi della padella. Il risultato che dovrai ottenere deve essere più o meno questo:

DSC02249.JPG

Come vedi non è super compatto, né deve esserlo. Se spegni la fiamma per due minuti, si addenserà ulteriormente. Un paio di minuti dopo lo verserai nei piatti e, se sono riuscita a spiegarmi in qualche modo, dovresti avere ottenuto questo risultato:

DSC02250.JPG

Al solito, è più complesso da spiegare che da cucinare. Avrete circa sei quintali di piatti e cucchiai e forchette da lavare e probabilmente curry nei capelli, ma la difficoltà della preparazione è piuttosto bassa, no worry.

Ottimo ed un sacco sostanzioso (non mi ci è stato manco il biscotto del dopocena).

Buon appetito a me!

DSC02263.JPG

Annunci

1 thought on “Pollo al curry”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...