Primi

Strascinati con fave e piselli, entrambi sbaccellati

Alla fine, nonostante i cristi e le madonne lanciati contro di loro, le fave si sono riscattate.

Abbiamo già cucinato un contorno e mi era piaciuto parecchio. Questa volta dominano in un primo, accompagnate da piselli e pomodoro. L’unica roba è che le fave io te le consiglio surgelate, perché fresche ti fai un mazzo tanto e potresti anche lavorare tante ore per non ottenere niente di buono.
No, non mi paga La valle degli orti.
Ed io, per questa ricetta, le ho comunque usate fresche. Così come i piselli.

tenor
Ma alla fine chi se ne frega se son surgelate o fresche, basta che si mangia. E bene.

Go, go, go! 
Per preparare le orecchiette con fave e piselli, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di strascinati;
  • 150 grammi di fave. Se decidi di acquistare quelle fresche, tieni sempre conto che te ne servono enormemente di più. Orientativamente dovresti comprarne il triplo ma se le fave fanno schifo, puoi rischiare di trovare baccelli vuoti o miserrimi. Quindi consiglio di comprarne un chilo, al massimo avanzano;
  • 150 grammi di piselli. Se decidi di acquistarli freschi, mezzo chilo dovrebbe essere sufficiente. Anche in questo caso la logica del x3 è valida.
  • un pomodoro da insalata, piuttosto grande;
  • uno scalogno o una cipolla piccola bianca;
  • pepe ed un cucchiaio d’olio;
  • 50 grammi di pecorino grattugiato in polvere + 50 in scaglie da mettere sui piatti.

Se usi fave e piselli surgelati, segui le istruzioni sulle confezioni. Ti consiglio di cuocere i piselli al microonde e le fave al vapore (ci vorranno 20 minuti circa) e di aggiungere tutto insieme una volta che il pomodoro sarà ammorbidito.

Se invece sei coraggiosa e decidi di sfavare e spisellare, seguimi passo passo.
Per i piselli è semplicissimo: devi solo levarli dal baccello.

tumblr_p87wzt3dww1r0awsqo8_1280
Baccelli vuoti.

Per le fave il discorso è un po’ diverso.
Prima le togli dal baccello, tirando via il cappellino che li tiene attaccati lì dentro. Poi devi decidere se vuoi togliere la pellicina o meno.

Nel caso, devi inciderne un pezzo con l’unghia e poi verrà via più o meno da sola.

tumblr_p87wzt3dww1r0awsqo2_1280

Cosa cambia, ti chiederai? Non tantissimo. Nel gusto proprio niente, quello che sarà differente è un po’ la consistenza. Se devi quindi dare alle fave una cottura lunga, magari tenere la pellicina è una buona idea. Altrimenti toglila.
Se hai voglia di perdere tempo con la pellicina, toglila. Se ti rompi il cazzo solo a pensarci, tienila.
Se sono fave molto piccole, non toglierla che tiri solo madonne e cristi.

In questo caso io ho usato metà fave senza pellicina e metà con, per provare. Quelle con erano leggermente più durette. Stop.

Ecco il mio raccolto:

tumblr_p87wzt3dww1r0awsqo1_1280

Metti l’acqua della pasta a bollire. Attendiamo le bolle, perché questo sugo ha bisogno di circa 8 minuti per essere pronto.

Nel frattempo grattugia il pecorino (50 grammi in polvere e 50 grammi in scaglie), taglia a pezzi il pomodoro e trita il cipollotto.
Se l’acqua della pasta sta per bollire, iniziamo.

Scalda un cucchiaio d’olio in una padella e fai soffriggere il cipollotto. Fiamma bassa, fino a quando sarà bello colorato.
Aggiungi i piselli ed il pomodoro.

tumblr_p87wzt3dww1r0awsqo3_1280

Fai cuocere a fiamma medio bassa, girando spesso.

I piselli hanno bisogno di circa 8 minuti per cuocere, le fave in 3 sono pronte. Quindi fai i tuoi calcoli e cala la pasta al momento giusto, sapendo che dovrei levarla due minuti prima del tempo indicato sulla confezione. 

Eh sì, ‘sti legumi sono proprio veloci da preparare (ma le fave e i piselli saranno legumi?).

giphy
Ti stupisci perché non so un cazzo? Davvero?

Dopo 5 minuti di cottura, aggiungi in padella pure le fave. Sala leggermente, ma ricordati che tra poco aggiungeremo anche il pecorino che è parecchio sapido.

tumblr_p87wzt3dww1r0awsqo4_1280

Scola la pasta (senza gettare l’acqua di cottura) e cacciala in padella. Bagna con la sua acqua e concludi lì la preparazione, con fiamma medio alta.

tumblr_p87wzt3dww1r0awsqo5_1280

Lascia leggermente umido il tutto e, a fiamma spenta, aggiungi anche il pecorino grattato a polvere. Dovrebbe formarsi una leggera cremina. 

Ecco la padella finale:

tumblr_p87wzt3dww1r0awsqo6_1280

Prepara le porzioni, spolverizza ogni piatto col pepe e cospargi con le scaglie di pecorino. Ecco cosa dovresti avere davanti:

tumblr_p87wzt3dww1r0awsqo7_1280

Eccomi, mentre slaccio il grembiule per poter sbafare con più comodità:

tumblr_ot2h0bzaaj1r0awsqo4_540
Ma ora che è arrivata la roba del trasloco, ho di nuovo il mio grembiule di superman.

Ciao e buon appetito!

Annunci