Primi

Penne con rucola, pancetta e scaglie di parmigiano

Della rucola abbiamo parlato ampiamente e forse questa ricetta è quasi superflua. Mondiali le trofie con rucola e ricotta di bufala, buonissime le penne con speck, rucola e scaglie di parmigiano. 

E allora perché inserirne un’altra? Semplice: perché l’internet continua a cuocere quella povera ed innocente rucola.

tumblr_owuz7vtk011s86mfwo1_r1_400
Unica reazione possibile, quando si è innanzi a certi orrori.

Ora, io non la capisco questa insistenza: non si sono accorti che la rucola sparisce, al contatto col calore? Che a quel punto è proprio inutile metterla, tanto vale mangiarsi una pasta in bianco? Cos’è, solo la rucola che compro io subisce in maniera violenta il caldo?

Perché proprio non capisco, davvero. È normale che la prima volta la cuoci, rovini tutto, bestemmi e chiami la pizzeria.

walter-white-throws-pizza-on-roof-breaking-bad
Poi magari ti arriva pure la pizza cagosa e tu puoi pure reagire così.

Ma che si ripeta quest’operazione immonda della bollitura della rucola e che – addirittura!!! – si scrivano post lunghissimi, consigliando all’universo tutto di cuocerla (magari tenendo da parte una tazzina dell’acqua di cottura della pasta, per essere proprio SICURI di distruggere la cena), per me è uno dei grandi misteri di questo piano d’esistenza. Oppure è cattiveria gratuita, crudeltà contro gli ortaggi, accanimento culinario?

Quindi oggi impariamo, di nuovo, a preparare delle penne con pancetta, rucola e scaglie di parmigiano.

Per preparare le penne con pancetta, rucola e scaglie di parmigiano, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di penne;
  • una busta di rucola (se trovi quella fresca, con due mazzetti sei più che a posto);
  • almeno 50 grammi di parmigiano, a scaglie grandissime;
  • 100 grammi di pancetta arrotolata, in una sola fetta. Quella grassa, insomma.

Go, go, go!

Metti l’acqua della pasta a bollire.

Taglia la pancetta a dadini.

tumblr_ox3gl1m9mc1r0awsqo1_540

Metti la pancetta in un pentolino, senza olio, e lasciala soffriggere per qualche minuto. Vedrai che sprigionerà grasso da sola e si colorerà. Spegni la fiamma.

tumblr_ox3gl1m9mc1r0awsqo3_540

Mentre aspetti che l’acqua della pasta faccia le bolle, taglia con un paio di forbici la rucola e mettila in un contenitore di plastica (tipo un’insalatiera).

Gratta anche il parmigiano, a scaglie grandissime.

Quando  la pasta è pronta, cacciala nel padellino con la pancetta. A FIAMMA SPENTA. Mentre mescoli bene, aggiungi un po’ di rucola e del pepe.

Poi impiatti e su ogni porzione aggiungi ancora del pepe, della rucola e le scaglie di parmigiano enormi. Dovresti avere raggiunto questo risultato:

tumblr_ox3gl1m9mc1r0awsqo4_540
Non mi stancherò mai di farti notare che la rucola è ancora verde chiaro, che non si è ammollata, che non è sparita e – soprattutto! – ha mantenuto intatto il suo sapore.

La prossima volta prepareremo una roba mondialissima e semplice: linguine con i gamberoni.

Ciao!

tumblr_owth03nxsg1ve0mxgo1_400
Cià.
Annunci
Primi

Riso nero con rucola e parmigiano

Roba nuova oggi: riso nero integrale.

Potrei scrivere romanzi di introduzione, leggende riguardanti il colore del cereale ed aneddotoni su quando mio zio Cleto ci portò questa strana pietanza direttamente dall’india, stupefacendo l’intera famiglia.

Invece no. Invece subito la ricetta, che qui c’abbiamo fame.

tumblr_oo7zvp4g1w1rfd7lko1_500
Gente che c’ha fame.

Go, go, go!

Per preparare del riso nero con rucola e parmigiano, per due persone, hai bisogno di:

  • 200 grammi di riso nero integrale;
  • circa 125 grammi di rucola. Se trovi quella fresca è meglio.
  • 2 cucchiai d’olio;
  • mezza cipolla;
  • 60 grammi di parmigiano grattugiato grosso, da mettere sui piatti.

Già sai che cuocere la rucola è una stronzata. Si ammolla, sparisce e non sa più di niente. Quindi il lavoro sarà breve.

Fai bollire il riso in acqua salata.
Sappi che questo tipo di riso non si gonfia e rimane anche un po’ duretto: è il suo bello.

Mentre attendi, in una padella metti due cucchiai d’olio e fai soffriggere, a fiamma medio bassa, la cipolla tritata.
Ci vorranno una decina di minuti, quindi magari regolati i tempi con la cottura del riso.

tumblr_p8okuu2t8i1r0awsqo2_1280

Se possiedi della rucola fresca, dovrai tagliarla a pezzetti. Quella in busta invece no, di solito è minuscola.

Qualsiasi rucola tu abbia comprato, la grattatura del parmigiano è identica per tutti:

tumblr_p8okuu2t8i1r0awsqo3_1280
Il piatto di Spider-man, però, ce l’ho solo io.

La cipolla, a fine cottura, dovrà essere bella colorata. Così:

tumblr_p8okuu2t8i1r0awsqo4_1280

Non spegnere la fiamma sotto la cipolla, tienila bassa ed attendi il riso che, quando sarà pronto, devi scolare ed aggiungere in padella.

tumblr_p8okuu2t8i1r0awsqo5_1280

Fai insaporire il tutto per un paio di minuti, a fiamma media, girando di continuo.
Spegni la fiamma ed unisci la rucola:

tumblr_p8okuu2t8i1r0awsqo6_1280

Mescola bene ed aggiungi rucola fino a quando avrai deciso che va bene. Non c’è una regola e comunque dipende dalla rucola: minimo 100 grammi, fino ad un massimo di 125. Di più è un’esagerazione.

Ecco la padella, dopo tanto mescolare:

tumblr_p8okuu2t8i1r0awsqo7_1280

Impiatta e sopra ogni porzione aggiungi del parmigiano grattugiato.

Ecco cosa dovresti avere davanti:

tumblr_p8okuu2t8i1r0awsqo1_1280
Quella roba nera è aceto balsamico, ma non è stata un’aggiunta significativa.

A me è piaciuto parecchio. Ho rifatto il riso nero con un misto di verdure, come con questa pasta qui, ma la mia reazione è stata più o meno questa:

tumblr_oqrfetrubd1qgjom6o5_540
Non è andata benissimo.

Se dovessi trovare altri accostamenti validi non mancherò di fartelo sapere.

Ciao e buon appetito!