Lo chef presenta, Secondi

Hulkburger + tutorial per pulire i friggitelli

Commenterò le inutili e stupide polemiche – tipicissime degli Azzurri di Sci – nate su Facebook con una sola frase: se ti fa cagare quello che cucino vai da qualche altra parte. 
Qui, nella patria del Fanculo, si cucina per mangiare tanto e al meglio possibile. Non ho alcun interesse nella cucina fighetta, né nelle foto con un maccherone + una foglia di basilico con un accenno di sugo: qui ci si sfonda. PUNTO.

Le foto fanno cagare? Crogiolati nella tua bravura e vai a scassare i maroni da un’altra parte, ad un altro Kaiju.

Se invece vuoi imparare a cucinare – bestemmiando – una stupida ma massiccia pasta con le melanzane o un pesto base o delle polpette della nonna, sei nel posto giusto.

tumblr_or8fbvswbn1vaqoiqo1_400
Non farlo Picard!

Bene, possiamo cominciare.
Abbiamo già parlato di Cheeseburger un po’ di tempo fa e ti avevo passato la ricetta della roba più porcosa e cicciosa che la storia ricordi.
Ma non sempre vogliamo morire per il colesterolo, quindi mi sembra doveroso presentarti un’alternativa.

Sigla!

Cucina_Supereroi_8
Sì, ribattezziamolo Hulkburger che ci sta.

Per preparare un paio di Hulkburger hai bisogno di:

– 2 panini. Ne abbiamo già parlato: scegli quelli che ti piacciono di più, poiché non ne ho uno perfetto da consigliarti. Di solito uso rosette o pane normale. Niente pane al latte o Roberto.
– 2 hamburger da circa 200 grammi ciascuno;
– provola di bufala (250 grammi per due è più che sufficiente);
– 4 friggitelli;
– un paio di pomodori;
– un etto di prosciutto cotto.

Per l’occasione niente salse: il panino sarà già molto carico e qualsiasi cosa tu possa aggiungere distruggerebbe la provola.

Iniziamo!

captaintsubasa1
Un saluto ai panini Roberto.

Innanzitutto dobbiamo imparare a pulire i friggitelli. Scatta il tutorial.

Seguimi passo passo.
Prendi il friggitello.

tumblr_ou8f7p95e31r0awsqo1_540

Decapitalo.

tumblr_ou8f7p95e31r0awsqo2_540

Con la punta del coltello leva i semini. Devi percorrere i bordi del friggitello, in circolo.
Due foto dovrebbero spiegare meglio di tanti sforzi dialettici:

tumblr_ou8f7p95e31r0awsqo3_540
Infila il coltello.
tumblr_ou8f7p95e31r0awsqo4_540
Sfila il coltello.

Taglia il friggitello in due parti.

tumblr_ou8f7p95e31r0awsqo5_540

Ecco.
La morte del friggitello è quella di cuocere a fiamma alta in padella o su una piastra, bruciacchiando l’esterno.
Quindi oggi li cuocerai insieme all’hamburger.

Prima però taglia tutti gli altri ingredienti: i pomodori e la provola a fettine, apri il prosciutto cotto e scalda il pane (io uso il toaster).

Nella padella metti un cucchiaio di olio, alza la fiamma al massimo e lasciala andare per qualche minuto. Quando è rovente aggiungi sia i friggitelli che gli hamburger.

tumblr_ou8f7p95e31r0awsqo6_540

Gira gli hamburger dopo meno di un minuto, falli un po’ annerire su ogni superficie. I friggitelli girali spesso. Tutto sarà pronto quando il colore sarà bello bruciacchiato e l’odore ti farà svenire dalla fame. Se occorre, dopo che le superfici sono colorate puoi abbassare la fiamma per continuare la cottura. Se i friggitelli fossero pronti prima della carne, aiutati con una pinza da cucina e mettili in un piatto.

Quel che conta è che il risultato che otterrai dovrà avere questo aspetto:

tumblr_ou8f7p95e31r0awsqo7_540
E adesso si assembla.
Devo scriverti un ordine degli ingredienti? Non credo. L’unica certezza è che il formaggio deve essere a contatto sulla carne (se vuoi, puoi tostarlo insieme al pane).

tumblr_ou8f7p95e31r0awsqo8_540

Finito.
Siediti e divoralo.

tumblr_ou8f7p95e31r0awsqo10_540

Domani prepareremo una fagiolata al sugo e delle bruschette coi friggitelli (che qui me ne han regalati a chili e quindi li sto usando un po’ ovunque).

Ciao e ricorda: non rompere i coglioni!

Annunci