Pasta aglio, olio, peperoncino e stracciatella

Per preparare una pasta aglio, olio e stracciatella, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di pasta corta;
  • 30 grammi di olio;
  • un cipollotto. Sia la parte bianca che quella verde:
  • uno spicchio d’aglio schiacciato;
  • peperoncino secco. Quanto? A tuo gusto. Io ultimamente sento troppi il piccante, quindi uno secco standard;
  • maggiorana (se ce l’hai, sennò fa niente);
  • 200 grammi di stracciatella;
  • bottarga da mettere sui piatti. Io ti consiglio Callipo;
  • 200-300 grammi di pomodoro non liquido (quelli invernali rugosi, oppure da insalata un po’ indietro nella maturazione). Ovviamente puoi anche omettere il pomodoro.

Per capire di quale pomodoro sto parlando fai prima a cliccare play sul video in fondo al post.

Prepariamo tutti gli ingredienti:
metti l’acqua della pasta a bollire;
taglia a dadini il pomodoro;
trita il cipollotto, dividendo la parte bianca da quella verde;
leva l’anima all’aglio (la parte centrale, la radice). Se decidi di non schiacciarlo con lo spremiaglio, tritalo col coltello.

Appena l’acqua bolle siamo pronti per partire. Cala la pasta, che non è lunga.
In padella metti i 30 grammi d’olio, il peperoncino, lo spicchio d’aglio schiacciato con lo spremi aglio e la parte bianca del cipollotto. Fai soffriggere per qualche minuto, finché il cipollotto si sarà ammorbidito. Siccome l’operazione sarà abbastanza lunga, per evitare di bruciare l’aglio aggiungi un pochino d’acqua della pasta. Così tutto cuocerà, sprigionerà il proprio aroma ma senza lasciare retrogusti amari (l’aglio, sto parlando dell’aglio, che è un attimo che sputtani tutto).

Scola la pasta con un minuto di anticipo, cacciala in padella e fai saltare, aggiungendo acqua se occorre.
A fiamma spenta aggiungi il pomodoro, la maggiorana e la bottarga. Senza esagerare, che è salata.
Mescola benissimo.

Sui piatti metti la parte verde del cipollotto, la stracciatella e se vuoi ancora bottarga e peperoncino (ma prima assaggia!).
Ciao e buon appetito!