Tutto quello che avresti voluto sapere sulla frittata (ma non hai mai osato chiedere).

La frittata. Quella cosa che, ad ogni tentativo, mi ha ridotto in questo stato:

tumblr_mi55jmct7k1rhg5lso9_500

Ci ho provato tante volte e tutte – TUTTE! il risultato è stato una roba bruciata o molliccia o bruciata e molliccia insieme. Le bestemmie fioccate, le cene saltate, i giuramenti del Mai Più, le urla incazzate. Quanti ricordi.

giphy3

Nell’immagine: un uomo colto dalla disperazione a causa della frittata.

Sì, dovrebbe essere il piatto più facile del mondo. Ma se non sai come cazzo si fa, come fa ad essere facile? Se nelle ricette su internet dicono Taglia le zucchine, sbatti le uova e poi fai la frittata, come fa uno ad imparare?

tumblr_n7v69fqljq1qc8jh0o8_250

Ah, ecco.

Per fortuna non mi sono arresa. Sapevo che, prima o poi, avrei incontrato qualcuno che mi avrebbe trattato come merito: come una ritardata culinaria, a cui si deve spiegare tutto sillabando.
Così ho provato, provato, provato ed ancora provato. Senza mai perdere la speranza.

tumblr_o1h8w5ijem1sa11jco1_r1_540

Ci ho voluto credere.

Finalmente ho trovato questo video di Stefano Barbato. Dettagliato, preciso, quasi cucinato in tempo reale. Ho seguito le istruzioni al millimetro e ce l’ho fatta: ho appreso il sacro segreto della frittata e sono pronta a passartelo. 

Innanzitutto la padella: siccome le mie sono tutte vecchie e mi sono sempre trovata malissimo, ne ho comprata una apposta. In pietra. Sappi che se usi una roba del genere nulla si può bruciare o attaccare e per noi CuochiNo, per alcuni piatti, risulta un vantaggio. Ecco il consueto Pizzakaiju&Friend:

tumblr_p4c4dmpamc1r0awsqo1_1280

Siamo ancora felicissimi.

Sappi che ti serve anche il coperchio della padella, quindi preparati per bene.
Cominciamo.
Go, go, go!

Per preparare un frittatone di cipolle, per due persone, hai bisogno di:

  • 300 grammi di cipolle bianche. Già pulite, eh, quindi comprane di più;
  • 5 uova;
  • parecchio prezzemolo;
  • sale, pepe;
  • 50 grammi di parmigiano grattugiato;
  • 2 cucchiai d’olio.

Inizia tagliando a fettine le cipolle. Se bagni la lama del coltello con un po’ d’acqua, il tuo piangere sarà notevolmente limitato.

tumblr_p4c4dmpamc1r0awsqo2_1280

Metti un cucchiaio d’olio nella padella ed accendi la fiamma. Medio alta.

tumblr_p4c4dmpamc1r0awsqo3_1280

Quando l’olio si è spalmato per tutta la padella, caccia un pochino di cipolle.

tumblr_p4c4dmpamc1r0awsqo4_1280

Attendi che inizino a sfrigolare, poi butta dentro anche il resto delle cipolle.
Sala e pepa (leggermente) ed inizia la cottura.

tumblr_p4c4dmpamc1r0awsqo5_1280

Fiamma alta, per qualche minuto. Dovranno essere un po’ colorate. In realtà il livello della cottura della cipolla dipende anche dalla tua capacità di digerirla: più cuocerà e più sarà digeribile, vedi tu.
Io mi sono fermata a questo punto. Ci sono voluti meno di 5 minuti:

tumblr_p4c4dmpamc1r0awsqo6_1280

Ora lascia riposare la cipolla nella padella ed occupiamoci delle uova.

Rompi 5 uova e mettile in un contenitore. Ti consiglio di spaccarne una per volta in un contenitore piccolo per poi travasarle nel contenitore più grande: se ti si dovesse distruggere un po’ di guscio (e capita a tutti, anche se tutti sono Azzurri di Rompimento di Uova) almeno non finirebbe nella frittata.

Una volta che hai rotto le uova, aggiungi un pizzico di sale e sbattile leggermente con una forchetta.

tumblr_p4c4dmpamc1r0awsqo7_1280

Trita il prezzemolo e gratta il parmigiano.
Unisci il parmigiano alle uova e mescola bene.

tumblr_p4c4dmpamc1r0awsqo8_1280

Fai lo stesso col prezzemolo ed un po’ di pepe.

tumblr_p4c4dmpamc1r0awsqo9_1280

Infine butta dentro anche le cipolle, che ormai si saranno raffreddate, e amalgama bene bene gli ingredienti.

tumblr_p4c4dmpamc1r0awsqo10_1280

Ci siamo: il composto è pronto.

Prima di proseguire, ti svelo il grande segreto del Frittatore Maestro: non bisogna avere fretta di mangiare poiché la frittata va cotta a fuoco basso. Che è un trucco stronzo, ma se nessuno – NESSUNO! – lo scrive da nessuna parte, uno come se lo immagina?

Caccia un cucchiaio d’olio nella padella che hai usato per cuocere la cipolla (non c’è alcun bisogno di lavarla). Scalda la padella a fuoco basso e quando l’olio si sarà ben distribuito, metti un goccio di composto in padella.
Quando riuscirai a a staccarlo dal fondo senza alcuna difficoltà, significa che la padella ha raggiunto la giusta temperatura e quindi possiamo proseguire.

tumblr_p4c4uihwmt1r0awsqo1_1280

Vedi come si stacca bene da dio?

Versa quindi tutto il composto.

tumblr_p4c4uihwmt1r0awsqo2_1280

Chiudi col coperchio e fai cuocere per 8 minuti.

tumblr_p4c4uihwmt1r0awsqo3_1280

Mi raccomando: coperchio e fiamma bassa!

Quando riapri devi assicurarti di due cose:

  • che la frittata si stacchi completamente dal fondo. Non accadrà per magia: usa una spatolina di legno per muovere i bordi. Potresti anche dover smuovere parti più centrali.
  • se c’è molto liquido sulla superficie, significa che non puoi ancora girarla. Quindi richiudi col coperchio e continua la cottura per qualche altro minuto.

Ecco la mia dopo 8 minuti, 8 minuti che non sono stati sufficienti. Ed eccomi anche mentre smuovo i bordi con la spatolina:

tumblr_p4c4uihwmt1r0awsqo4_1280

Quindi ricopri ancora se è come qui sopra, attendi che si rapprenda bene sulla superficie e riapri di nuovo. Per quanto? Fai un paio di minuti alla volta e controlla, così non puoi sbagliare.

Una volta che raggiungiamo questo punto della preparazione, arriva il momento critico in cui è necessario girarla. E come? Se sei un mago e vuoi farla saltare, bravo. Noi comuni mortali ci limitiamo ad usare il coperchio.

Mettilo bene in aderenza con la padella, rovescia la padella. La frittata finirà sul coperchio e poi sarà sufficiente farla scivolare di nuovo sulla padella:

tumblr_p4c4uihwmt1r0awsqo5_1280

Capito?

Ora chiudi di nuovo col coperchio e fai cuocere per altri 8 minuti. Sempre fiamma bassa, mi raccomando.

Come fare a sapere se è pronta? Rigirarla di nuovo è un ottimo metodo, ma attenzione a non essere troppo confident, che poi la spacchi proprio verso la fine ed è un peccato.

Finito. Siamo fieri possessori di una frittata che dovrebbe avere questo aspetto:

tumblr_p4c4uihwmt1r0awsqo6_1280

Ci ho cenato? Assolutamente no! Ho aggiunto un po’ di salsicce di maiale nero ed ecco la mia porzione abbondante:

tumblr_p4c4uihwmt1r0awsqo7_1280

Madonna, la fame.

Ti lascio col video sacro, fanne buon uso.

Ciao e buon appetito!

 

Annunci

7 pensieri su “Tutto quello che avresti voluto sapere sulla frittata (ma non hai mai osato chiedere).

  1. Pingback: La frittata di Popeye, ovviamente con spinaci. – La cucina e le bestemmie di Pizzakaiju

  2. Pingback: Frittata con asparagi e prosciutto cotto – La cucina e le bestemmie di Pizzakaiju

  3. Pingback: Frittatona con zucchine e gamberi – La cucina e le bestemmie di Pizzakaiju

  4. Pingback: Frittatona di spaghetti aglio, olio e peperoncino. – La cucina e le bestemmie di Pizzakaiju

  5. Pingback: Frittatona di patate con cipolle e fagiolini. – La cucina e le bestemmie di Pizzakaiju

  6. Pingback: Frittata con topinambur – La cucina e le bestemmie di Pizzakaiju

  7. Pingback: Frittata con zucca e cipolle (e perché Bruce Campbell non è il mio Re). – La cucina e le bestemmie di Pizzakaiju

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...