Primi

Pasta fresca con pomodorini scattarisciati.

La parola scattarisciati non fa parte del mio vocabolario, ma ho ormai imparato ad apprezzare forme dialettali di ogni genere per identificare robe particolari che in italiano si perderebbero nella traduzione.
A me la parola scattarisciati fa già venire voglia di sbranare almeno sei bufali purpurei. E so che non faccio testo poiché vivo con la fame perenne, ma tanto so che sei uguale a me.

tumblr_olnp9tsdwq1w4oiizo1_500
Tutti così.

Che poi, per la cronaca, scattarisciato credo significhi scoppiato e pomodorini scoppiati vero che fa cagare, come espressione?

Risultato? Cena perfetta, mondiale, incredibile e pure facile da preparare, che non guasta mai.

tumblr_o75qs1fdrn1qb0i4vo1_250
Sicuramente, ma a confronto dei pomodorini scattarisciati non sei niente, mia cara Mary Poppins.

In teoria i pomodorini scattarisciati si dovrebbero mangiare con una bella bruschetta o con delle friselle, ma nessuno ci vieta di condirci anche una pasta. E siccome nessuno ce lo vieta, iniziamo. Go, go, go!

Attenzione: la pasta può provocare gioia incontrollabile ed inaspettata.

Ti metto anche il procedimento e l’occorrente per la bruschetta, perché sono un Kaiju previdente e buono.

Per preparare della pasta con i pomodorini scattarisciati, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di pasta a tua scelta. Secondo me corta è meglio;
  • 500 grammi di pomodorini. Oltre a scegliere quelli buoni (che significa un cazzo), sceglili non troppo maturi né troppo duri. Non prenderli troppo grandi, sennò ti ritrovi tre pomodorini a testa. 
  • 50 grammi di capperi;
  • 30 grammi di olio;
  • qualche foglia di basilico, uno spicchio d’aglio ed origano;
  • peperoncino facoltativo;
  • cacioricotta da mettere sui piatti (nel mio caso cilentana). Ci sta benissimo anche la mozzarella di bufala, il pecorino fresco e pure la ricotta salata fa il suo mestiere.

Se vuoi preparare le bruschette, devi aggiungere:

  • olio e pane.

Premessa: questo condimento viene diversamente ogni benedetta volta che lo preparo. Un po’ dipende dal tipo e dalla grandezza dei pomodorini, un po’ dalla stagione, un po’ dal tipo di padella che usi per cuocere. Non prendere dunque come vangelo i tempi che ti dirò: troppe variabili che manco il Kiaju riesce a prevedere. 

Metti a bollire l’acqua della pasta.

Lava i pomodorini ed asciugali bene. Io non li ho lavati perché boh.

In una pentola di cui possiedi il coperchio metti 30 grammi d’olio, l’aglio tritato e il peperoncino (se ti piace). Appena l’olio sarà caldo aggiungi i pomodorini.

tumblr_paov3u8kuw1r0awsqo1_1280

Metti il coperchio e fai cuocere a fiamma medio bassa per 10 minuti. Ho provato sia col coperchio con lo sbuffo…

tumblr_oy2op6eqmn1r0awsqo2_1280

… che con quello senza:

tumblr_paov3u8kuw1r0awsqo2_1280

Il risultato è stato praticamente lo stesso, quindi non farti troppe menate.

Mentre attendi sciacqua infinite volte i capperi, sennò sanno solo di sale. Devi immergerli in acqua dentro una tazza, poi sciacquarli, poi riemetterli nella tazza e poi risciacquarli ancora. Tutto finché non vedi più granelli di sale. Comunque non meno di 3-4 volte.

tumblr_paov3u8kuw1r0awsqo3_1280

Trascorsi i 10 minuti, aggiungi anche i capperi ai pomodorini.

tumblr_paov3u8kuw1r0awsqo4_1280

Fai cuocere per altri 10 minuti, sempre a fiamma medio bassa e sempre col coperchio. Se però i pomodori si fossero già un po’ sfaldati, magari abbassa leggermente la fiamma.

Mentre attendi, gratta il formaggio. Usa sempre un buco grande della grattugia, che il risultato è più buono.
Ecco la mia cacioricotta. Non mondiale, ma ha fatto il suo mestiere:

tumblr_oy2op6eqmn1r0awsqo3_1280

Scaduti i dieci minuti spegni la fiamma. Aggiungi del basilico a pezzetti, dell’origano ed attendi la pasta. Il sugo dovrebbe essere così:

tumblr_paov3u8kuw1r0awsqo5_1280

Come puoi vedere, ogni pomodorino avrà cottura a sé: alcuni saranno quasi spappolati, altri interi. Dipende dalla grandezza, dalla qualità del singolo pomodorino e dal fato. Prendila così, non possiamo farne un dramma.

Appena la pasta sarà pronta, caccia dentro pure lei, mescola bene, senza essere violenta, altrimenti spacchi tutti i pomodori. Ora prepara i piatti.

Dovresti avere raggiunto questo risultato:

tumblr_paov3u8kuw1r0awsqo6_1280

Un’altra:

tumblr_paov3u8kuw1r0awsqo7_1280

Cospargi con abbondante cacioricotta.

Nel caso invece volessi prepararti le bruschette, devi seguire tutto il procedimento dei pomodorini (origano e basilico compresi).
Nel frattempo accendi il forno a 200 gradi, modalità statica. Taglia il pane a fette e spennellalo con un po’ d’olio.

Inforna il pane e fallo andare fino a quando diventerà un po’ abbronzato. Il tempo è variabile: dai dieci ai 15 minuti.

Cospargi ogni fetta con i pomodorini e con tutto il sugo che avran tirato fuori.

E sopra della cacioricotta,  che ci sta benissimo. Ecco qui:

Ciao e buon appetito!

Annunci