Secondi

Frittata con asparagi e prosciutto cotto

Okkey, cominciamo col dire che c’è stato un tempo in cui facevo cagarissimo con la frittate. Ma cagarissimo intendo proprio cagarissimo: mi si attaccava, mi volavano i cucchiai, per girarla lanciavo anche le madonne. Non avevo una tecnica: ero il niubbo delle omelette. Ogni volta arrivavo al punto di pensare Adesso caccio via tutto ed ordino la pizza. Poi, a suon di cristi e di gesù, ho imparato. Ed ora posso insegnare anche a te, pure  se stiamo per cucinarne una pesante tipo dieci quintali e girarla potrebbe essere un mazzo tanto.

tumblr_osp4jnewsv1vaqoiqo1_500
Scotty mi è venuto in aiuto con le sue perle di saggezza durante la giravolta della frittata. Quel momento in cui  asparagi e prosciutto avrebbero potuto volteggiare per la cucina. Grazie, Scotty.

Cominciamo? Cominciamo!
Go, go, go e sigla!

showtime
Sigla!

Per preparare una frittata gigante con asparagi e prosciutto cotto, per due persone, hai bisogno di:

  • Mezzo chilo di asparagi. Peso calcolato prima della pulizia;
  • 100 grammi di prosciutto cotto tagliato sottile;
  • 8 uova;
  • 50 grammi di parmigiano grattugiato;
  •  un po’ di prezzemolo tritato, sale e pepe;
  • un cucchiaio d’olio.

In realtà un post sulla frittata lo scriverò quasi un anno più tardi e lo trovi qui.
Ricordati il plutonio e soprattutto stai attenta ai Libici.

Ho seguito il consiglio, Doc. Nel futuro saprò cucinare le frittate!

Hai bisogno di due elementi fondamentali per preparare la frittata perfetta: una padella superantiaderente (meglio se in pietra) e la pazienza. Se possiedi entrambe è praticamente fatta, ti resta solo di seguire le mie istruzioni.

Partiamo dagli asparagi, dunque.
L’internet si diverte tantissimo a bollirli in abbondante acqua salata ma l’unica cosa che ottiene è renderli un ortaggio verde ma senza gusto. Gli asparagi vanno cotti in due modi: padella o vapore. In questo caso oggi li cuoceremo al vapore. 

Anche sugli asparagi hai già un post dove puoi informarti su metodi di pulizia e cotture varie. Anche questo un post del futuro.

tumblr_nwiwhcdsii1rfd7lko1_500

Riassumendo brevemente: taglia la parte inferiore del gambo dell’asparago. Di solito è di colore viola, ma taglia anche un paio di centimetri sopra quel colore. Tanto rimarrebbe durissimo.

tumblr_pa0szdu1vr1r0awsqo1_1280

Metti un paio di dita d’acqua in una pentola ed infilaci il cestello per la cottura al vapore. Chiudi col coperchio, attendi che l’acqua bolla ed appoggia sul cestello gli asparagi.

tumblr_pa0szdu1vr1r0awsqo2_1280

Le regole della cottura al vapore sono pochissime: non utilizzare una fiamma alta che tanto non è necessaria e metti un coperchio senza sbuffo.
Gli asparagi dovrebbero impiegare circa 20 minuti a cuocere, comunque per sapere se sono pronti ti basta infilzare con una forchetta la parte bassa del gambo, che è quella che impiega più tempo.
Se la forchetta entra senza sforzo, spegni la fiamma. Togli il coperchio e lascia raffreddare.

tumblr_pa0szdu1vr1r0awsqo6_1280

Occupiamoci ora del composto di uova.
Siccome siamo tutti con le braccia potentissime, non spaccare le uova nella ciotola che hai scelto per il composto. Rompile prima in un bicchiere, per poi riversarle nel contenitore grande. Così non rischi di trovarti pezzi di guscio indesiderati.

Passo 1:

tumblr_pa0szdu1vr1r0awsqo3_1280
L’uovo nel bicchiere.

Passo 2:

tumblr_pa0szdu1vr1r0awsqo4_1280
L’uovo nella ciotola.

Sbatti brevemente le uova con una forchetta.
Grattugia il parmigiano e caccialo nel contenitore. Aggiungi sale, pepe e sbatti di nuovo.

tumblr_pa0szdu1vr1r0awsqo5_1280

Spezzetta nelle uova il prosciutto cotto, con le mani.
Trita il prezzemolo e caccia dentro pure lui. Mescola di nuovo.

tumblr_pa0szdu1vr1r0awsqo8_1280

A questo punto gli asparagi dovrebbero essere abbastanza freddi da poter essere manipolati.
Posali su un tagliere e tagliali a pezzetti, lasciando le punte intatte.
Se durante quest’operazione ti sembrasse che certi gambi finali fossero ancora duri, scartali senza farti troppo problemi.

tumblr_pa0szdu1vr1r0awsqo9_1280

Aggiungi gli asparagi al composto di uova.
Aggiusta di sale e di pepe e mescola il tutto per bene, per l’ultima volta.

tumblr_pa0szdu1vr1r0awsqo10_1280

Si parte con la frittata!
Prendi la padella antiaderente (col coperchio) e versaci un cucchiaio d’olio.
Accendi la fiamma, bassissima, ed attendi che la padella vada in temperatura. Muovila leggermente, per spalmare l’olio su tutta la superficie.

Dopo qualche minuto fai la prova della temperatura: metti una forchettata di composto in padella, quando si staccherà facilmente vuol dire che siamo pronti per cominciare davvero.

tumblr_pa0t4tquqq1r0awsqo1_1280
Vedi come si stacca bene da dio?

Versa il composto in padella, cercando di distribuirlo in modo omogeneo.

tumblr_pa0t4tquqq1r0awsqo2_1280

Metti il coperchio ed aspetta, senza mai alzare la fiamma.
Quanto? Inizia con 8 minuti, poi controlla che sta succedendo.
Due sono le cose importanti per capire quando girare la frittata: si deve staccare dal fondo della padella in ogni suo centimetro e soprattutto non ci deve essere liquido sulla superficie che vedi.
Dopo 8 minuti è impossibile che sia pronta, dovrai attendere ancora. Guarda la mia:

tumblr_pa0t4tquqq1r0awsqo3_1280

Vedi che la punta della spatola è immersa in liquido uovoso? Vuol dire che no, proprio non è pronta.
Quindi richiudi col coperchio e fa cuocere per altri 4 minuti. Poi controlli ancora.
La mia ha impiegato precisamente 19 minuti ad essere pronta. 
Eccola:

tumblr_pa0t4tquqq1r0awsqo4_1280

Adesso con una spatola di legno muovi tutti i bordi, come sta facendo il Kaiju nella foto precedente. Quando sei sicurissima che la frittata si muoverà, senza attaccarsi in nessun centimetro sul fondo della padella, dobbiamo girarla. 
Come? Con l’aiuto del coperchio.

Chiudi la padella in modo ermetico, impugni saldissimamente il manico e giri la padella, facendo così andare la padella sul coperchio.

tumblr_pa0t4tquqq1r0awsqo5_1280
Così. Attenta, che pesa.

La fai scivolare poi di nuovo sulla padella, che mica abbiamo finito.

tumblr_pa0t4tquqq1r0awsqo6_1280

Dobbiamo cuocere la parte inferiore della frittata.
Quindi, sempre a fiamma bassissima, rimetti il coperchio e fai cuocere per 15 minuti.
La parte inferiore ha bisogno di qualche minuto di meno di quella superiore, ma non di molto. Quindi se la tua ha impiegato, per esempio, 10 minuti per la parte superiore, quella inferiore sarà pronta in 7-8.

Se sei insicura puoi sempre controllare: ripeti l’operazione del giramento di frittata (e di coglioni, mi rendo conto) per vedere che accade. Un po’ una rottura di palle, ma ormai hai capito come si fa.

tumblr_mudiuxmqhr1s99dcoo1_400
Quando non sai come girare la frittata, puoi sempre chiamare i Power Rangers. Che però non è che siano contentissimi.

A fine cottura metti la padella in un super piatto ed ammirala, prima di tagliarla a fette.
Dovresti riuscire tranquillamente a far scivolare la frittata direttamente dalla padella, nel caso in cui tu avessi una padella coi bordi super alti, ripeti il barbatrucco del coperchio.

tumblr_pa0t4tquqq1r0awsqo7_1280
Resta di stucco!

Ed eccola, nel suo allegro piatto:

tumblr_pa0t4tquqq1r0awsqo8_1280

Tagliala a fette, siediti e mangia.
Ecco la mia porzione e guarda l’interno: vedi che non è umido?

tumblr_pa0t4tquqq1r0awsqo9_1280

Ciao e buon appetito!

Annunci