Primi

Pasta e fagioli con ‘nduja

Uno si distrae un attimo e passa quasi una settimana dall’ultimo aggiornamento. Ah, come passa il tempo, quando ci si diverte.

tumblr_opk2j9szsj1vaqoiqo1_500
Stamattina, quando mi sono resa conto di avere lasciato morire il blog per 5 giorni.

È giunto il tempo di interrompere il silenzio stampa per perfezionare la nostra pasta e fagioli. Ti avevo dato la ricetta per i tempi bui, quelli con gli zombi e pochi elementi a disposizione. Oggi aggiungeremo invece quell’elemento in più che farà fuggire i commensali più timorosi, quelli che non tollerano il piccante, quelli a cui brucia il culo per un nonnulla. Scommetto che hai già indovinato di quale elemento sto parlando.

No? Allora via con lo spoiler: ‘nduja. Per chi non avesse seguito le puntate precedenti, la pasta con la ‘nduja è qui e buon appetito.

tumblr_mlixvhgigk1r0ix14o2_500
La sua reazione quando ha assaggiato la ‘nduja per la prima volta.

Ingredienti per due persone per preparare una pasta e fagioli e ‘nduja:
– 180 grammi di pasta per minestra;
– ‘nduja a volontà;
– una costina di sedano;
– 200 grammi di passata di pomodoro;
– una cipolla;
– una scatola di fagioli cannellini (o quelli che vuoi);
– sale, pepe.

Inizia a mettere dell’acqua a bollire. Ci servirà per cuocere la pasta, ma non mettere sale.
In una pentola dai bordi piuttosto alti caccia dentro un pezzo di ‘nduja e la cipolla tritata.

E qui, inevitabilmente, nascerà la domanda: “quanta ‘nduja?” ti chiederai. E che cazzo ne so, ti rispondo io. Dipende da quanto è saporita e da quanto tu riesci a tollerare il piccante. Io ne ho messo circa un quintale:

tumblr_oqe96womu81r0awsqo1_540
Ricordati di togliere il budello.

Aiuta la ‘nduja a sciogliersi spezzandola con un cucchiaio di legno e mentre attendi taglia a pezzetti la costina di sedano. Se vuoi puoi usare anche le foglie, anche se alla fine non sanno di niente.

tumblr_oqe96womu81r0awsqo2_540
Il rosso suggerisce esattamente il grado di piccantezza di questa ‘nduja.

Aggiungi il sedano, i 200 grammi di passata di pomodoro e i fagioli. Fai andare tutto a fiamma medio bassa, fino a quando la passata non sarà bella calda.

tumblr_oqe96womu81r0awsqo4_540

Adesso devi preparare la pasta: cacciala dentro insieme ai fagioli e, con l’aiuto di un mestolo, prendi un po’ dell’acqua calda che hai fatto bollire all’inizio e aggiungila al resto. In pratica devi imitare la preparazione del risotto: versa un po’ di acqua alla volta, regolati con i minuti di cottura della pasta, e decidi tu la quantità di liquido che vuoi nella tua minestra. Non c’è una regola: se la vuoi compatta (come piace a me), aggiungi quel minimo d’acqua che ti serve per non fare attaccare il tutto sul fondo della pentola. Se ti piace liquida abbonda e non ti preoccupare.

tumblr_oqe96womu81r0awsqo5_540
Mentre aggiungo acqua, col mestolo.

Quando hai raggiunto i minuti della pasta, spegni. Puoi anche aggiungere acqua calda verso la fine, se ti sembra troppo compatta per i tuoi gusti, non rovineresti nulla. Aggiusta di sale e di pepe e basta, siediti e mangia.

tumblr_oqe96womu81r0awsqo6_540
Era piccante.

Una delle ultime pasta e fagioli della stagione, temo, visto che l’ho sudata per tutta la notte.
Al prossimo aggiornamento parleremo di radicchio e prepareremo una semplicissima pasta ripassata al forno, con anche salsiccia e provolone dolce. Ottima.

Ciao!

Annunci