Lo chef presenta, Secondi

Cheeseburger

Tempo risicatissimo e cazzi miei a mille. C’ho la febbre, non c’ho voglia ma lo stesso continuo a mangiare, pure se non sento i sapori. È lo spleen o forse solo questo vento di merda che mi perseguita da una settimana. Però aggiorno, pure se sto rubando la connessione da un bar, pure se non ho manco la forza di digitare sulla tastiera. Il mio è eroismo.

tumblr_inline_op16jde3n71uhszn0_540
Immaginami così.

Torna la rubrica de Lo chef presenta, quella rubrica dove l’unica cosa che conta è avere fame, perché tutto si cucina da sé. E cosa ti propongo? Il cheeseburger.
Bistrattato dai fast food di tutto il mondo, servito con plastica all’interno e stupidi cetrioli insapori, oggi imparerai a prepararlo a casa, con ben due ricette possibili che si distinguono per un solo elemento: l’uovo fritto.
Se vuoi morire di indigestione, che uovo fritto sia. Se preferisci sopravvivere un’altra settimana, keep calm e levalo.

Ecco cosa ti serve per preparare due cheeseburger:
– 2 hamburger (da 200 grammi l’uno. Se lo trovi di chianina è meglio, altrimenti vai dal macellaio. Ma non prendere mai, MAI E POI MAI, quelle cagate da 50 centesimi. Lì non c’è carne, solo petrolio);
– 2 uova (nel caso);
– 100 grammi di pancetta più grassa possibile;
– 2 panini;
– salse varie (se metto l’uovo io uso la barbecue, altrimenti scegli tu tra quelle che ti piacciono);
– un po’ di lattuga e un paio di pomodori;
– parmigiano grattugiato grosso, parecchio.

Partiamo, che già c’è chi si lamenta.

galactipol.JPG
Quello che senti non è il temporale, ma il suo stomaco.

Un po’ di parentesi sui materiali.
Per l’insalata: a me fa cagare l’iceberg e qualsiasi erbetta inutile già pronta per l’uso. Per me esiste solo la lattuga: foglie enormi e verde scuro. Il resto è fuffa.
Per il formaggio: le ho provate un po’ tutte. Schifo apertamente le sottilette e le ho spesso sostituite con emmenthal, taleggio, brie e via dicendo. Adesso ho capito che la cosa migliore è grattare a scaglie grandi del parmigiano e metterlo sull’hamburger caldo.
Per il pane: non ho molti consigli. Uso o le rosette oppure degli appositi panini dolci, preparati dal supermercato dove vado a fare la spesa. Purtroppo la perfezione non l’ho ancora trovata.

Pronti.

DSC03091.JPG
Un po’ di materiali a caso.

Se vuoi fare le uova, comincia da lì. Sai già farlo, te l’ho insegnato qui.
Siccome dovrai metterne uno per panino, se riesci a cucinarli separati fai prima.

DSC03108.JPG
Le mie uova si stanno moltissimo sul cazzo.

Accendi la fiamma della piastra. Alta, come abbiamo imparato da poco. Mettici sopra tutta la pancetta e lasciala rosolare fino a che non sarà bruciacchiata come la vuoi tu. Quando sarà pronta, toglila e mettila su un piatto, in attesa. Metti i due hamburger e comincia a cucinarli. Dai una scottata sulle due superfici e continua la cottura a fiamma alta fino a che non ottieni il colore bruciacchiato che ti piace di più. A questo punto, se devi continuare a cuocerlo, abbassa la fiamma (altrimenti li carbonizzi esternamente).

Mentre fai questo prepara il resto:
taglia i pomodori a fettine, lava l’insalata, tira fuori le salse dal frigorifero e soprattutto gratta il formaggio. Usa i buchi grossi della grattugia.

DSC03238.JPG
Questi.

Consiglio di riscaldare il pane nel forno a microonde per 30 secondi (30!) per scaldarlo un po’. Non uso mai quel mezzo infernale per cucinare, ma in questo caso ci sta.
Adesso che è tutto pronto comincia ad assemblare.
Non c’è un ordine degli elementi, l’unica cosa certa è che l’uovo deve essere messo per ultimo e che il formaggio deve essere posizionato sulla fetta di carne.

DSC03316.JPG
Buono.

Una volta che hai chiuso il panino, puoi sederti e cominciare a sporcarti più possibile.

DSC03126.JPG
Assicurati di avere molti tovaglioli a portata di mano.

Finito!
Non parleremo più di carne per un bel pezzo, direi che abbiamo raggiunto la saturazione. Domani cucineremo la pasta alla Walking Dead. Parola d’ordine? FAGIOLI.

Ciao!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...