Primi

Fusilli freschi al vino rosso.

Oggi risolviamo l’annoso problema della pasta risottata con una semplice sentenza inappellabile: è una ciofecata colossale. 

Ho provato un paio di volte a seguire le istruzioni delle fashion blogger i cui maritini fanno il bis dei loro fantastici piatti ed entrambe le volte è venuta fuori una minestra immangiabile ed ho chiamato la pizzeria sotto casa.

mr-bean-middle-finger
Eccomi, mentre vado a prendere la pizza.

Però ci tenevo parecchio a cuocere la pasta nel vino, così ho risolto a modo mio utilizzando la pasta fresca. Impiega pochissimo tempo a cuocere, non ha bisogno di molto liquido e nei cinque minuti canonici di cottura riesci a regolarti tranquillamente e non rischi di finire come i maritini di cui sopra, costretti a mangiare gli spaghetti col cucchiaio al grido di Ma quanto è buono.

tumblr_n2wbll4czc1r6kuazo1_500
Ecco quello che pensano, in realtà.

Per cucinare i fusilli freschi al vino devi avere:
– un pentolino per bollire il vino;
– una padella in cui cuocere la pasta.

Ingredienti per due persone:
– fusilli freschi (250 grammi);
– 500 ml di vino rosso (ne servirà anche meno, in realtà);
– 100 grammi di parmigiano grattugiato;
– sale, pepe.

Per il vino: prendine uno dal gusto deciso, non dolce e non frizzante (dalla regia mi dicono che l’aggettivo giusto è fermo). Noi abbiamo comprato il Nero D’Avola.

DSC02859.JPG

Il procedimento è facilissimo e velocissimo.

In un pentolino fai bollire il vino rosso per circa 5 minuti, per fare evaporare l’alcool.

DSC02848.JPGIntanto gratta cento grammi di parmigiano.
Esaurito il tempo di bollitura del vino, prendi una padella e mettici i fusilli. Accendi la fiamma medio alta e metti una o due mestolate di vino. Mano a mano che la pasta si succhia il liquido, aggiungine altro, fino ad esaurire i minuti di cottura. Non esagerare con la quantità di liquido, fai conto che io credo di avere usato 300 ml di vino sui 500, ne abbiamo bollito in eccesso perché ogni pasta reagisce in modo diverso e se ne te servisse di più sentirei le bestemmie fino a qui.

DSC02853.JPG
L’operazione di cottura.

Quando la cottura è praticamente ultimata, abbassa la fiamma ed aggiungi in padella il parmigiano grattugiato, un po’ di sale e il pepe (col sale non esagerare, al massimo aggiungi sui piatti).
Fai asciugare bene bene il liquido e dovresti avere ottenuto questo risultato:

DSC02856.JPGChe secondo me ha una bella faccia e fa venire fame pure se siamo dei fotografi scarsi.

Finito. Siediti e mangia.

DSC02858.JPG

A domani, con un risotto agli asparagi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...