Pizzakaiju Approved, Primi

Spaghetti all’amatriciana.

Siamo chiari una volta per tutte: se prepari una pasta con la panna e lo zenzero, non puoi osare battezzarla Pasta alla carbonara a modo mio.
Se unisci la ricotta con lo zafferano, mi fai il piacere di non dirmi che hai cucinato un’Amatriciana bianca. 
Così come se sciogli la caciotta di capra con il timo e la salvia non scassi le palle al mondo urlando che hai inventato una nuova versione della Cacio e pepe.
Infine no, salame milano e prezzemolo tritato non rappresentano una valida alternativa alla gricia.

Troppe stronzate.

tumblr_nxi446v8de1twcf2io1_500
Perché bisogna essere sinceri.

È giunta l’ora di fare chiarezza ed imparare le ricette di questi classiconi che cucino almeno una volta a settimana, a rotazione.

Si parte con l’amatriciana.
Su internet trovi quasi ovunque la stessa versione copiataedincollata. Ed è una versione sbagliata? Quasi sicuramente sì. Tuttavia, quello che conta per davvero è che si tratta di una pallidissima imitazione del piatto capolavoro che ti sto per presentare.

Il guanciale ha un equilibrio fragile. Ha bisogno di cure particolari e soffre se viene troppo a contatto con altri ingredienti, che gli traviano il gusto e la consistenza. Se un elemento viene messo nel momento sbagliato e al posto sbagliato… ecco che l’amatriciana viene sputtanata. E che peccato. E quanta sofferenza, per quel povero guanciale.

tenor
Spock è molto empatico pure verso gli insaccati.

Io ho imparato l’amatriciana vera da Noce Moscata, che devo ringraziare per tutte le madonne che mi appaiono regolarmente durante ogni forchettata.

Go, go, go!

Per preparare gli spaghetti all’amatriciana per due persone hai bisogno di:

  • 180 grammi di spaghetti;
  • 100 grammi di guanciale tagliato a listarelle. Ho scritto GUANCIALE e non PANCETTA.
  • un barattolo di pelati;
  • 100 grammi di pecorino grattato non troppo finemente. Bisognerebbe usare quello di Amatrice, ma noi comuni mortali dobbiamo accontentarci di quello romano.

Inizia mettendo su l’acqua per la pasta.

Togli la cotica e taglia il guanciale a listarelle. Lascia la parte pepata.

tumblr_p3oy3otmtz1r0awsqo1_1280

Mettilo in una padella. Non aggiungere olio, il guanciale sa provvedere a se stesso.

tumblr_p3oy3otmtz1r0awsqo2_1280

Fai sfrigolare a fiamma bassa, fino a quando la parte grassa sarà diventata trasparente ed il resto dorato. Stai attenta a non bruciarlo, mi raccomando.

Quando è pronto levalo dalla padella con l’aiuto di un cucchiaio e lascialo riposare su un piatto. Più o meno deve avere questo aspetto:

tumblr_p3oy3otmtz1r0awsqo3_1280

Coprilo con un coperchio, così non congela mentre prepariamo il resto.

tumblr_p3oy3otmtz1r0awsqo5_1280

A questo punto, nella padella, dovresti avere il grasso del guanciale ed il pepe che si è in parte staccato dai bordi:

tumblr_p3oy3otmtz1r0awsqo4_1280
La bellezza.

Abbassa la fiamma al minimo ed aggiungi i pelati.

tumblr_p3oy3otmtz1r0awsqo6_1280

Falli cuocere per 15 minuti, a fiamma bassa. Spezzettali con un cucchiaio di legno. Intanto prepara gli spaghetti e levali tre minuti prima del tempo indicato sulla confezione.

Mentre attendi, gratta il pecorino. Non in polvere, non a scaglie. Una roba grossolana.

Il sugo pronto avrà un aspetto simile:

tumblr_p3oy3otmtz1r0awsqo7_1280

Scola gli spaghetti e cacciali nella padella: ultimeremo la cottura lì dentro, a fiamma alta.
Durante quest’operazione, mescola bene il tutto.

tumblr_p3oy3otmtz1r0awsqo8_1280

Spegni la fiamma.
Aggiungi il guanciale e gran parte del pecorino che hai grattugiato. Lasciane giusto una manciata a testa da mettere direttamente sui piatti.

tumblr_p3oy3otmtz1r0awsqo9_1280

Mescola, mescola ed ancora mescola ed ecco che cosa dovresti avere ottenuto:

tumblr_p3oy3otmtz1r0awsqo10_1280

Sui piatti spolverizza con il rimanente pecorino.

Facilissima e mondiale, voto dieci, una pizza intera, 10 pollici in su. E tutti gli stronzi che ci tengono tanto a rovinarla non sanno che si perdono.

Ecco il mio piatto:

tumblr_p3oydjgssx1r0awsqo1_1280

Ed ecco pure me, con lo stupore negli occhi:

tumblr_p3oydjgssx1r0awsqo2_1280

Siccome sono proprio contenta del risultato, beccati pure questa:

tumblr_p3oydjgssx1r0awsqo3_1280

Ciao e buon appetito!

Annunci

4 pensieri riguardo “Spaghetti all’amatriciana.”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...