Primi

Fusilloni freschi con pancetta e peperoni.

Pronti per la ricetta giornaliera; facile, indolore e, per quanto possibile, priva di bestemmie. Munisciti di tagliere e  coltello, ché cominciamo.

22702_412329702225372_7302342357571870770_n
Così.

Anche la roba più semplice può diventare mondiale, con minimi accorgimenti. In questo caso la scelta della pasta è stata cruciale: pasta fresca (fusilloni) che rende ogni piatto più gioioso alla Viva la Gente.

Stiamo per preparare una semplice pasta coi peperoni e pancetta; avrai bisogno, per far mangiare le solite due persone, di quanto segue:

– pasta fresca (ricorda che la dose è più alta di quella secca, 250 grammi per due persone);
– una cipolla rossa (o mezza, se è troppo grande);
– 100 grammi di pancetta arrotolata tagliata a dadini (la pancetta più grassa possibile, usa “pancetta arrotolata” e non “pancetta coppata” e neanche “pancetta stesa”; ci serve la cicciosità);
– un peperone rosso (circa 300 grammi);
– olio, sale, pepe;
– parmigiano grattugiato (circa 30 grammi) da mettere sui piatti.

Metti l’acqua per la pasta a bollire.
Taglia la cipolla, poi mettila a rosolare in una padella, insieme ad un cucchiaio di olio. Quando la cipolla è un po’ colorata (tre, quattro minuti), aggiungi anche la pancetta (tagliata a dadini non troppo grandi) e falle andare – sempre usando una fiamma medio bassa – fino a quando i dadini di pancetta non avranno rilasciato tutta la ciccia.
Intanto taglia il peperone a dadini non troppo grandi:

DSC02484.JPG
Aggiungi dunque i dadini di peperone in padella e cuoci per una decina di minuti o comunque fino a quando il peperone non sarà abbastanza morbido.

DSC02486.JPG

Aggiusta di sale e di pepe, prepara la pasta e poi cacciala in padella per amalgamare il tutto.
Direttamente sui piatti puoi dare un’altra passata di pepe e poi cosparere con il formaggio grattugiato (parmigiano da noi, nessuno ti vieta di usare il pecorino ma ricordati che la pancetta è salata già di suo).

Se tutto è andato per il verso giusto, siediti e mangia!

DSC02495.JPG

A domani per iniziare il tutorial più importante di tutti: distinguere un’Amatriciana da una Carbonara ed una Gricia da una Cacio e Pepe. Le impareremo tutte nel corso delle prossime settimane.

Ciao!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...