Primi

Fusilloni freschi con pancetta e peperoni.

Pronti per la ricetta giornaliera: facile, indolore e, per quanto possibile, priva di bestemmie. Munisciti di tagliere e  coltello, così cominciamo.

22702_412329702225372_7302342357571870770_n
Così.

Stiamo per preparare una semplice pasta coi peperoni e pancetta. Per rendere il piatto più interessante ho optato per una pasta artigianale locale, ma anche una pasta fresca può essere un’ottima scelta. Poi vedi tu.
Go, go, go!

Per preparare dei fusilloni con peperoni e pancetta, per due persone, hai bisogno di:

– Fusilloni. Freschi o, ancora meglio, artigianali. Puoi sempre usare pasta normale, ma secondo me ci perdi;
– mezza cipolla rossa;
– 100 grammi di pancetta arrotolata tagliata a dadini (la pancetta più grassa possibile, usa pancetta arrotolata e non pancetta coppata e neanche pancetta stesa; ci serve la cicciosità);
– 500 grammi di peperoni rossi;
– sale, pepe;
– parmigiano grattugiato (circa 30 grammi) da mettere sui piatti.

Metti l’acqua per la pasta a bollire.

Taglia la pancetta a dadini piuttosto piccoli e mettila in una padella piuttosto capiente. Non aggiungere olio, né altri grassi.
Accendi la fiamma bassa e lascia che la ciccia del nostro maiale si sparga per la padella.

tumblr_p2eow1ohjp1r0awsqo1_1280

Intanto trita la cipolla rossa.
Appena la pancetta ha rilasciato un po’ di unto, caccia la cipolla in padella. Fai soffriggere tutto a fiamma bassa.

tumblr_p2eow1ohjp1r0awsqo2_1280

Taglia i peperoni a dadini, di dimensioni più simili possibile.
Quando avrai finito, la cipolla sarà già bella rosolata, quindi puoi aggiungere anche i peperoni in padella.

tumblr_p2eow1ohjp1r0awsqo3_1280

È tempo di alzare la fiamma. A me il peperone piace con l’esterno bruciacchiato e, quando è pronto, deve essere tosto. Se hai i miei stessi gusti, alza la fiamma a medio alta, gira spesso e lascia che il calore faccia il suo corso. Quando vedi che l’esterno è colorato, continua la cottura a fiamma bassa.

tumblr_p2eow1ohjp1r0awsqo4_1280

Se non ami il peperone bruciacchiato, limitati a cuocere tutto a fiamma medio bassa. Ci vorrà più tempo, rimarrà di colore fosforescente e sarà buono in maniera diversa (l’importante è che piaccia a te).

Verso la fine della cottura della verdura, butta la pasta.

A fiamma spenta aggiusta di sale e di pepe e, appena la pasta è pronta, cacciala in padella per amalgamare il tutto.
Direttamente sui piatti puoi dare un’altra passata di pepe e poi cospargere con il parmigiano grattugiato. Nessuno ti vieta di usare il pecorino ma ricordati che la pancetta è salata già di suo. Un’ottima scelta è sempre la cacioricotta, anche se non sempre ce l’ho in casa.

Se tutto è andato per il verso giusto, siediti e mangia!

tumblr_p2eow1ohjp1r0awsqo5_1280

A domani per iniziare il tutorial più importante di tutti: distinguere un’Amatriciana da una Carbonara ed una Gricia da una Cacio e Pepe. Le impareremo tutte nel corso delle prossime settimane.

Ciao!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...